• 18 settembre 2022

GEOPOLITICA E NUOVA ECONOMIA: Coordinate per aziende in un mercato che cambia

In un mercato economico dominato dalla crisi e da una sensazione di precarietà la cosa più difficile da trovare sembrano essere i punti di riferimento. Roberto Corciulo di IC&&Partners, CEO e business advisor per l'internazionalizzazione, ha cercato di delineare per noi proprio dei nuovi punti di riferimento, per aiutare i nostri imprenditori a scegliere le vie migliori per sfruttare il momento a proprio vantaggio senza perdere punti nel mercato internazionale!

Ecco alcune delle considerazioni che ci hanno maggiormente colpito.


COSTI DELL'ENERGIA

I costi dell'energia e delle materie prime, che hanno subito impennate vertiginose negli ultimi mesi, non saranno probabilmente il più grave problema delle aziende nell'immediato futuro. Vuoi per le manovre che i governi stanno intraprendendo, vuoi per la naturale stabilizzazione che segue i momenti di crisi, il loro costo rientrerà gradualmente fino a tornare a regimi sostenibili per le imprese italiane.


MERCATI RICETTIVI

Contrariamente a quanto le notizie sembrano far pensare, esistono mercati altamente ricettivi nel mondo, pronti ad investire e ad accettare investimenti, che saranno un terreno fertilissimo per le aziende italiane nei prossimi mesi e anni. Quello che farà la differenza per la penetrazione in questi mercati è un solido piano di azione che tenga conto di molte variabili momentanee e una visione di lungo corso che sappia fare la differenza nella vita delle persone. 


MOLTISSIMI ALTRI FATTORI CHE SI AGGIUNGONO AL QUADRO

Non è solo l'energia ad essere nell'occhio del ciclone per i mutamenti attorno al quale il mercato dovrà giocare. 

Ci sono gli strascichi del Covid, nuove misure di contenimento sanitario, una situazione climatica sempre più allarmante, l'invecchiamento della popolazione con cui fare i conti. Ad ogni difficoltà, si aggiunge la tensione social che inquina sempre di più i mercati. 

La guerra in Ucraina e il problema dell'energia sono state, in questo contesto, solamente la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Inflazione e difficoltà climatiche sono state solamente accelerate dalle crisi successive. Quel che è necessario è comprendere meglio il quadro di riferimento e trovare nuovi punti di appiglio e riferimento, tenendo sempre a mente che ogni evento, per quanto piccolissimo, ha un impatto sulla collettività e sullo scenario più ampio e globale.

Problemi o occasioni? La differenza la fanno i piani di azione! Di fronte ad un qualsiasi evento un piano di azione ben congegnato può trasformare la difficoltà in una risorsa, la crisi in un'occasione e la criticità in un'opportunità di sviluppo per il futuro.


LA VERA CRISI: QUELLA UMANA

Sarebbe troppo semplice dare la colpa della crisi di mercato alla guerra, al costo dell'energia o all'approvvigionamento di materie prime. La vera crisi che le aziende dovranno arginare non sarà legata alla risorse economiche, ma a quelle umane. Trattenere in azienda i campioni e creare un substrato fertile per la loro formazione e attrazione sarà il vero discrimine tra le aziende che riusciranno a resistere al contraccolpo e quelle che, purtroppo, rimarranno indietro.

Galleria

    Condividi


Altre news

VANONCINI: una fucina di organizzazione e incentivazione

03 ott

VANONCINI: una fucina di organizzazione e incentivazione

Business e cultura d’impresa Filosofia in azienda Formazione manageriale e crescita personale Impresa Recensione eventi Testimonianze

Dopo la visita in Vanoncini Spa abbiamo sempre più chiaro un fatto: un'azienda che cresce è un'azienda che punta tutto sulla soddisfazione delle proprie persone
Leggi di più

    Condividi

La FESTA D'ESTATE ADHOC GROUP: grazie di esserci stato!

30 nov

La FESTA D'ESTATE ADHOC GROUP: grazie di esserci stato!


La Festa d'Estate di AdHoc Group è sempre una delle occasioni che più amiamo, per stare insieme e festeggiare come un gruppo di amici.
Leggi di più

    Condividi